SYS8 JURIES

LONG PLAY FEATURE

MATTHÌAS HARALDSSON

Matthìas Haraldsson (1994) è uno scrittore e performance artist che vive a Reykjavik, Islanda. Ha scritto, diretto e collaborato in numerosi spettacoli e performance. Ha rappresentato l’Islanda all’Eurovision Song Contest col premiato collettivo anti-capitalista di arte performativa Hatari, che ha co-fondato, e nel frattempo è apparso nel documentario A Song Called Hate. Tale partecipazione ha fatto notizia in tutto il mondo. Matthias si è laureato in Theatre & Performance Making alla Iceland University of the Arts nel 2018. Al momento sta sviluppando la sua prima sceneggiatura in collaborazione con la casa di produzione islandese Glassriver.

DAVIDE "BOOSTA" DI LEO

Davide “Boosta” Dileo, torinese, classe 1974 è un artista poliedrico con una carriera più che ventennale. Musicista, dj, compositore, autore e produttore, ma anche conduttore radio-televisivo e scrittore. Tastierista e co-fondatore dei Subsonica, band con all’attivo otto album in studio – otto dischi di platino, con più di 500.000 copie vendute – quattro cd live ed un’interminabile carriera dal vivo. Considerato uno dei migliori dj italiani, è inserito nelle più importanti situazioni elettroniche e con esperienza alla consolle dei migliori club, da Ibiza a Zurigo ed è compositore di colonne sonore per il cinema e serie tv, tra cui 1992 e 1993 prodotte da Sky.

PAOLA CUNIBERTI

Paola Cuniberti (1981) nasce a Torino passando la sua infanzia tra i vinili del fratello maggiore, i cartoni animati, Sanremo e il cortile. A 8 anni alla domanda "cosa vuoi fare da grande" rispondeva: "la produttrice musicale", non sapendo che dopo la laurea al DAMS, la sua vita sarebbe stata legata a doppio filo ai palchi, ai backstage e agli studi di registrazione. Dopo aver collaborato con artisti come Subsonica, Motel Connection, Baustelle, Afterhours, Arisa e Niccolò Fabi - solo per citarne alcuni - e dopo aver lavorato con moltissime e importanti realtà del settore a livello locale e internazionale. Dal 2012 è manager di Niccolò Fabi, dal 2015 è direttrice di produzione del Festival Jazz Re:Found e dal 2018 è nel direttivo del TYC e co-fondatrice di Off Topic, hub culturale della città di Torino. Dallo stesso anno, inoltre, collabora al Festival Apolide, di cui dal 2021 fa anche parte del direttivo dell’ente organizzatore.

LONG PLAY DOC

PAOLA DE ANGELIS

Paola De Angelis scrive e conduce programmi musicali per Radio Rai (Sei Gradi a Radio3, Stereonotte a Radio1). È autrice di Journey to the Stars, un saggio sui testi di Nick Drake, e di Rockitchen, 30 Menù per 30 Dischi (con Andrea Tantucci). Ha tradotto Re Inkiostro II di Nick Cave, Vestiti Musica Ragazzi di Viv Albertine (2022, Blackie Editore). Ha scritto l’introduzione e curato il volume La Vendetta delle Punk di Vivien Goldman (Volo Libero, 2021). Collabora con Il Manifesto e tutto quello che scrive è raccolto sul blog www.aplacetobe.net.

AYMERIC MONSÉGUR

Aymeric Monségur è il direttore del Bordeaux Rock Association che organizza diversi festival a Bordeaux (Francia): Musical Ècran (festival di documentario musicale), Bordeaux rock music festival e Les Plages Pop. Inoltre suona come dj e organizza feste queer per il collettivo La Bordelle a Bordeaux.

ROBERTA LENA

Roberta Lena è un’attrice e regista italiana. Si forma alla “Civica Scuola d'Arte Drammatica Piccolo Teatro di Milano” e al “Centro Sperimentale di Cinematografia” di Roma e inizia a lavorare all'inizio degli anni '80 come attrice e autrice nel teatro, soprattutto sperimentale. Debutta al cinema nel 1987, negli anni recita per Marco Bellocchio, Giuseppe Tornatore (Nuovo Cinema Paradiso), Marco Tullio Giordana, Paolo Virzì e tanti altri. Ha ideato e diretto numerosi spettacoli multimediali e progetti speciali e collaborato con vari festival in Italia, fra cui Torino Spiritualità (consulente e regista) e AREA festival dei beni comuni (direttrice). Nel 2018 è alla regia dell’opera rock Storia di un impiegato di Fabrizio De André con Cristiano De André e nel 2020 ha pubblicato il suo primo libro Dove sei? per la casa editrice People.

7 INCH

JOANA FRESU DE AZEVEDO

Africanista di formazione, già da diversi anni ha trasformato la sua passione per il cinema nella sua professione. Coordinatrice del Festival del Cinema di Porretta, membro del Direttivo AFIC - Associazione Festival Italiani di Cinema, è consulente anche per diverse altre manifestazioni cinematografiche in ambito di fundraising festivaliero e gestione di bandi di finanziamento pubblici e privati. È stata coordinatrice della piattaforma di cortometraggi nazionali ed internazionali MYRELOAD nella sua fase di realizzazione e lancio, ideata da Sedicicorto Forlì International Film Festival e ShorTS International Film Festival in collaborazione con Mymovies.it Si occupa di promozione e supporto nelle strategie social e stampa per alcuni cortometraggi (tra questi, ha collaborato con Emanuela Muzzupappa, Benedicta Boccoli, Giuseppe Marco Albano nel loro percorso festivaliero). Collabora e scrive per i siti di approfondimento cinematografico, dopo aver contribuito alla ideazione ed essere stata per 4 anni la responsabile editoriale di Kontainer16.

JENNIFER VERRAES

Jennifer Verraes è docente e presso l'Università di Paris VIII, dove tiene il corso dedicato all'analisi del suono nel cinema L'Oreille et son image du monde. Attraverso la sua ricerca punta ad analizzare l'evoluzione del rapporto tra storia del cinema e storia delle tecniche e delle scienze umane a partire dal ventesimo secolo fino alla contemporaneità, evidenziando in particolar modo il ruolo della parola e della sua registrazione nell'ambito cinematografico. Nel 2012 ha presentato una tesi intitolata Politiques de la parole filmée. À quoi pensent les films quand ils parlent?. Ha inoltre codiretto i saggi Muséoscopies. Fictions du musée au cinéma (Presses Universitaires de Vincennes, 2018) e Cinéma muséum. Le musée d'après le cinéma (Presses Universitaires de Vincennes, 2013), dedicati al cinema e all'immaginario museografico, e nel 2011 ha curato per la casa editrice Capricci la traduzione francese dell'opera di Fredric Jameson The Geopolitical Aesthetic: Cinema and Space in the World System.

ALESSANDRO GIORGIO

Dottore in Ricerca in Storia del Cinema presso l'Università di Torino, si è occupato di muto danese. Per diversi anni ha curato il programma e le retrospettive del Festival Internazionale Cinemambiente. Ha poi occupato diversi ruoli in eventi sportivi e itineranti in Italia e all'estero. Ha inoltre collaborato con diversi festival di cinema, lavorato sul set di corti e documentari. Dal 2011 al 2013 ha curato una mostra di Guy Le Querrec con Amgnum Photos, organizzato concerti jazz per diverse realtà tra cui MITO Settembre Musica, Torino Jazz Festival e Moncalieri Jazz Festival. Dal 2014 è distributore e produttore di Withstand, una casa di produzione indipendente di Milano che si occupa di animazione tradizionale e documentari. Alessandro è il programmatore del Centro Nazionale del Cortometraggio dal 2016 ed è tra gli organizzatori del Torino Short Film Market dalla prima edizione.

SOUNDIES

IOLE PELLION DI PERSANO

Curatrice, dal 2016 è direttrice e fondatrice di Recontemporary, di cui è anche presidente dell’associazione culturale dal 2018. Recontemporary nasce con l’obiettivo di comunicare l’arte contemporanea trami-te il video. Nata in una famiglia di galleristi, ha studiato Design e Comunicazione Visiva al Politecnico di Torino e ha completato gli studi presso Sotheby’s New York. Come curatrice ha realizzato diverse mostre in Italia e all’estero.Lavora come consulente e art advisor per collezioni private e un fondo per l’arte.

KAROL SUDOLSKI

Nato in Polonia, è cresciuto tra le montagne del Nord Italia. Vive a Milano da quando si è iscritto al Politecnico di Milano. Prima la scoperta della Fotogrammetria, la poetica e alienante resa della pelle umana scansionata e degli errori di digitalizzazione dei corpi. La musica (a partire da L I M a Mecna, fino ad arrivare a MAHMOOD) gli ha permesso di sperimentare e crescere liberamente. Poi ha incontrato il filtro Instagram di Valentino, che gli ha aperto le porte dell’AR. Gli piace giocare con un mix di errori digitali e di immagini che anni di mtv e videogiochi hanno incastrato nel suo cervello.

GIORGIO VALLETTA

Oltre a essere dj radiofonico (attualmente su Radio Raheem, dopo le esperienze per Rai Radio2 e Popolare Network) e giornalista musicale (Rumore), Giorgio Valletta è stato co-fondatore della storica club night torinese Xplosiva e del festival Club To Club. Ha suonato nei maggiori club e festival di musica elettronica nazionali e internazionali, dal Sonar di Barcellona a Londra, Ibiza, Tokyo, Istanbul e Berlino.

FREQUENCIES

MAX CASACCI

Musicista, compositore, autore, produttore, direttore di festival, operatore culturale, è chitarrista fondatore dei Subsonica. Nella sua attività ha da sempre alternato sperimentazione e collaborazioni in abito underground a esperienze di grande successo e visibilità. Dai Subsonica alle collaborazioni con Mina, Eugenio Finardi passando per la produzione di alcune tra le più importanti band indipendenti italiane, alle sperimentazioni elettroniche con, Mana, Lorenzo Senni e musicisti jazz del calibro di Emanuele Cisi, Enrico Rava, Gianluca Petrella, Furio Di Castri. È stato anche presidente e condirettore del Traffic Torino Free Festival.

GIORGIO LI CALZI

Compositore, trombettista e produttore musicale, promotore culturale (CHAMOISic e Torino Jazz Festival), regista di allestimenti performativi. Ha prodotto jingles (Fiat, Birra Moretti), composto musiche per teatro e danza, suonato con musicisti come Wolfgang Flür (Kraftwerk), Lenine, Jon Balke, Marconi Union, e durante il lockdown del 2020 ha registrato con Arto Lindsay (Enjoy the Silence, singolo uscito nel 2021), Thomas Feiner (un singolo uscito nel 2020), Frank Bretschneider (un EP in uscita nel 2022), Stefan Németh (Radian, Innode) e la poetessa Chandra Livia Candiani (un album in uscita nel 2022).

MARIA VALENTINA CHIRICO

È una cantante con un background barocco, classico e contemporaneo. Si è diplomata in Musica Vocale da Camera a Torino ed ha studiato a Berlino, New York e frequentato i Darmstädter Ferienkurse. Si è esibita in molti teatri e festival. Innammorata del suono dell’harmonium da quando era una bambina, incominciò a collezionare harmonium dimenticati nelle chiese o di musicisti più anziani. Ha iniziato a comporre musica per il teatro e cinema. Adesso scrive canzoni su animali, bambini, piante e sogni. Ha pubblicato una rivisitazione del tradizionale canto napoletano Quanno Nascette Ninno e una canzone originale su una poesia di Rainer Maria Rilke.

MUSIC FILM FESTIVALS NETWORK

Nel corso di SYS8 verrà istituito per la prima volta il premio MFFN Award che premia il miglior film dell’anno in corso della MFFN, la rete di festival a tematica musicale. MFFN Award segue le linee guida del Grand Prix Fipresci (un’iniziativa volta a sostenere il cinema più audace, originale e personale) per cui viene premiato il miglior film selezionato tra una rosa di film del programma del festival che lo ospita.

RICHARD BERTHOUT

Dopo essersi specializzato come light designer e aver fondato la compagnia di service luci Limelight, è diventato uno dei fondatori e organizzatori di Bordeaux Rock, associazione nata con l’intento di promuovere musica indipendente dal vivo e poi sviluppatasi in diverse direzioni nel mondo dell’intrattenimento, da una cui costola è nato nel 2005 Musical Ecran, il festival di documentari musicali con cui Berthout ha coniugato professionalmente le sue passioni giovanili.

DAVIDE VALFRÉ

Responsabile della segreteria organizzativa del Premio Grinzane Cavour dal ‘95, nel ‘97 passa alla musica entrando al FolkClub di Torino. Dal 2008 è condirettore artistico del FolkClub e di Maison Musique a Rivoli. Dopo quasi vent'anni passati a organizzare circa 2000 eventi tra concerti e festival, nel 2017 passa dall'altra parte della barricata divenendo booking agent e manager per BMU Intersuoni, dove lavora con artisti quali Gilberto Gil, Caetano Veloso, Herbie Hancock, Eric Burdon, Post Malone, Maria Gadù, Marisa Monte.

TOMMASO TOMA

Classe '68, toscano di nascita ma milanese di adozione ha iniziato con Radio Popolare la sua esperienza con il giornalismo musicale. A 25 anni conduce nel 1993 il primo programma pomeridiano dedicato all'indie UK e nel giro di pochi mesi porta questo format dentro i locali milanesi; È un successo inaspettato: 1.500 persone di martedì sera ballano al suono della musica rock ed elettronica. Dal 1996 diventa resident DJ ai Magazzini Generali e per sei stagioni è protagonista dei “mercoledì dei magazza”. Inizia poi la sua avventura nel campo editoriale: dopo una breve esperienza nella redazione di Urban, nel 2003 è nel nucleo iniziale del progetto Rodeo magazine, il primo free press di moda. Un grande successo che durerà fino al 2009. Nel 2017 diventa capo redattore della neonata edizione italiana di Billboard, la “bibbia della musica in USA”. Nell'ottobre del 2020 viene nominato direttore.