ANTEPRIMA ITALIANA

THE RISE OF THE SYNTHS


Suoni al fulmicotone.


Narrato dal regista John Carpenter, il film è un viaggio nel tempo e racconta la storia di un gruppo di compositori che sulle orme del produttore musicale Kavinsky, a metà degli anni 2000 attraverso MySpace, ha creato la scena musicale underground conosciuta come Synthwave. Fortemente influenzato dalle colonne sonore di cinema, TV e videogiochi della cultura pop e dai suoni sintetici degli anni ’80 e di fine anni ’70, tra i suoi ispiratori troviamo Giorgio Moroder, Vangelis, Jean-Michel Jarre, band come i Tangerine Dream e lo stesso Carpenter, la cui estetica vede musica e scienza intrinsecamente legarsi tra loro.
In perfetto stile DIY, la maggior parte di questi produttori musicali, prevalentemente autodidatti, è rimasta anonima e senza volto nel tentativo di mettere sempre la musica al primo posto e, trovando nella rete il luogo ideale attraverso cui far circolare i propri brani realizzati nel tempo libero e senza regole, ha raccolto sui social milioni di visualizzazioni smarcandosi dal tradizionale mercato discografico. Il film dalla fotografia ‘fluo’ è un Ritorno al futuro in salsa electro.

 


Lunedì 24 Febbraio
Sala 1 Cabiria / Diplomatico
Ore 21.15


Giovedì 27 Febbraio
Sala 1 Cabiria / Diplomatico
Ore 21.15

ANNO:
REGIA:
DURATA:

2019

Iván Castell

82 min