ANTEPRIMA ASSOLUTA

GIOIA E RIVOLUZIONE // PATRIZIO FARISELLI_SERATA AREA

IN COLLABORAZIONE CON L’ARCHIVIO NAZIONALE CINEMA D’IMPRESA DI IVREA

Un racconto in cui la storia degli Area viene rivissuta a partire da un documento filmato ritrovato che porta sugli schermi gli Area come non erano mai stati visti prima da un’intera generazione che ha sentito solo la musica sui dischi e i racconti dei leggendari concerti.

Durante lo spettacolo Patrizio Fariselli racconterà la storia degli Area con episodi tratti dal suo libro “Storie Elettriche” e con altre letture, per introdurre poi la proiezione dei cinque brani del concerto, per 23 minuti di durata.

Si tratta del primo di due concerti memorabili tenuti dagli Area tra il 1976 e il 1977 in un vecchio cinema-teatro milanese ora demolito: il Teatro Uomo di via Gulli. Su iniziativa di Gianni Sassi, della Cramps, di quella serata furono ripresi cinque brani in pellicola, montati e… basta.

Il film sparì nel nulla, travolto dagli eventi e dalla nostra storia personale. A parte una minuscola scheggia di pochi secondi, rimbalzata da chissà dove e reperibile in rete a bassissima qualità, di lui non se ne seppe più niente fino ad oggi, 44 anni dopo, ritrovato dalla Fondazione CSC, Archivio Nazionale Del Cinema D’Impresa, grazie all’opera di conservazione di Ranuccio Sodi. È un documento eccezionale, unica testimonianza filmata degli innumerevoli concerti tenuti dal gruppo nella sua formazione storica. L’Italia di quegli anni è assai complessa da descrivere in poche parole, turbolenta e creativa, a metà com’era tra una mezza guerra civile, ma animata da una grande gioia di vivere. Noi cercavamo di restituire quella complessità con la nostra musica: energica, colta, ironica, suadente e aggressiva. Questa selezione di brani testimonia bene, più di mille parole, lo spirito di quei tempi e il nostro impegno politico che ci portava ovunque in giro per l’Italia: “… tra la gente che sa amare”. Patrizio Fariselli.

Ad arricchire l’evento, la prima proiezione torinese di un documento storico relativo al “treno” di John Cage.

Patrizio Fariselli, uno dei maggiori pianisti e compositori italiani. Nel 1972 è tra i fondatori degli Area, una tra le più significative e radicali realtà artistiche e musicali del periodo, con cui si esibisce in Italia e in Europa pubblicando numerosi dischi. La sua carriera prosegue in solo e come leader di diverse formazioni tenendo inoltre concerti jazz con Steve Lacy, Howard Johnson, Art Farmer. Insieme a Walter Marchetti, rielabora “Alla Ricerca del Silenzio Perduto”, performance del 1978 per treno preparato di John Cage. Dal 2010 prosegue l’attività con gli Area, suonando a New York, Londra, Dublino e Tokyo. In parallelo all’attività concertistica e discografica, Fariselli fin dagli anni ’70 compone musica per il cinema, il teatro, la danza e la televisione, vincendo numerosi premi internazionali. Negli ultimi anni tiene conferenze e seminari sugli aspetti cognitivi dell’improvvisazione. “100 Ghosts” è il suo ultimo album in studio pubblicato da Warner Music.

Mercoledì 26 Febbraio
Sala 1 Cabiria / Diplomatico
Ore 21.30