ANTEPRIMA ITALIANA

EVERYBODY'S EVERYTHING

La fragile voce della trap.

A soli 21 anni il rapper Lil Peep, raggiunge attraverso la rete, milioni di fans con i suoi cupi e tormentati testi sintetizzando sonorità punk-emo e trap, per poi, agli inizi di una folgorante carriera, morire di overdose. La sua infanzia è stata idilliaca, ma poi qualcosa è andato storto… Dai devastanti party a Los Angeles, agli studios a Londra, ai soldout di una vorticosa tourné in Russia, alle passerelle della moda, alla sua prematura scomparsa preceduta dall’inquietante post su Instagram in cui l’artista scrive “Quando morirò mi amerete”, i due registi raccontano l’ascesa e la caduta di Gustav Ahr, vero nome di Lil Peep, la sua vulnerabilità e la difficoltà di esprimersi di una nuova generazione in un mondo che pretende tutto e subito. Dalle testimonianze di produttori e amici, all’affettuoso rapporto epistolare con il nonno, il film, Prodotto da Terrence Malick, è un ritratto intimo e umano che cerca di capire un artista che si è dato anima e corpo al suo pubblico al grido di Switchblades, co-caiiiine!

Sabato 22 Febbraio
Sala 1 Cabiria / Diplomatico
Ore 15.45

Lunedì 24 Febbraio
Sala 3 Soldati / Diplomatico
Ore 16.00

 

ANNO:
REGIA:
DURATA:

2019

Sebastian Jones, Ramez Silyan

115 min.