DECODER-FM-F-398x258-72dpiLunedì 1 febbraio si conclude al Blah Blah il cineforum Devil’s Dancers + Seeyousound festival, che si svolgerà dal 25 al 28 febbraio presso il cinema Massimo.

Decoder in versione “remastered” è il film scelto per quest’ultimo appuntamento, sempre introdotto dal giornalista Francesco Rapone (ingresso libero).

Nel 1984 Klaus Maeck girò questo film underground che diventerà profetico. Con una colonna sonora straordinaria per l’epoca – Soft Cell, Einstürzende Neubauten, The The – e un cast di attori eccezionale – W.S. Burroughs, G.P. Orridge degli Psychic TV, F.M. Einheit degli Einstürzende Neubauten e la vera Christiane F. (sì, quella dello “Zoo di Berlino”) – questo film sintetizzò l’innovazione trasgressiva che il punk portò nel campo della comunicazione e intuì la rivoluzione del cyberpunk.

La trama: un punk scopre che nei MacDonalds viene diffusa “Muzak”, una musica che condiziona i comportamenti degli avventori, riducendoli a una massa acritica di pecore. Non potendo tollerare questa situazione sente l’urgenza di “decodificarla” e crea un'”antiMuzak” diffondendola negli stessi “McDonalds” e producendo reazioni violente di ribellione. Sebbene ricercato dai servizi segreti riesce a diffondere questa pratica a livello di movimento. Un lieto fine, al suono dell'”antiMuzak” scoppia la rivoluzione (con vere immagini di scontri di piazza).