Il premio Nicola Rondolino al miglior videoclip è diventato una sfida importante per il nostro festival, perché la produzione del clip è immensa, la selezione e la qualità sono immense ed il premio è uno.

Oltre 430 videoclip sono stati inviati e selezionati dal team di Soundies e i 40 che arriveranno in sala saranno un viaggio intorno al mondo geograficamente e artisticamente inteso. Il videoclip è in continua evoluzione per la sua tecnica espressiva e produttiva, in linea con il cinema musicale e non, ma a differenza delle altre forme d’arte, cambia continuamente la sua funzione. Nato come alternativa all’esibizione live, divenuto oggetto promozionale per aumentare le vendite dei dischi e le date dei concerti, oggi il clip è uno strumento di comunicazione importantissimo: si comunica per immagini e la comunicazione non è più quella dell’artista, bensì quella del suo pubblico che usa il codice del clip per raccontare uno stato emozionale e per condividerlo con il mondo. Quest’anno Soundies avrà alcune preziose novità, pur mantenendo una caratteristica immutabile: la qualità dei videoclip che potrete vedere in sala… E non solo.

Federica Ceppa Curatrice della sezione in concorso videoclip