SUMÉ

THE SOUND OF A REVOLUTION

Chi ha detto che la musica non può cambiare il mondo?

Nel 1970 la rock band groenlandese Sumé pubblicò tre album che trasformarono la storia della Groenlandia. Le canzoni politiche del gruppo sono state le prime ad essere cantate in groenlandese, una lingua che prima di loro non conosceva parole per definire “oppressione” e “rivoluzione”. Dopo 250 anni di colonizzazione danese, i Sumé misero in moto una rinascita e presa di coscienza della cultura e dell’identità groenlandese ispirando rapidamente un movimento che inseguiva l’idea di cambiamento e d’indipendenza.

Regia di Inuk Silis Høegh

Groenlandia, Danimarca, Norvegia, 2014, 74 min.

Fotografia: Henrik Bohn Ipsen

Montaggio: Per K. Kirkegaard

Sceneggiatura: Inuk Silis Høegh, Emile Hertling Péronard, Ine Urheim

Musica: Rune Hansen

Produttore: Emile Hertling Péronard

Produzione: Anorak Film

Biografia

Inuk Silis Høegh è un regista, scrittore e artista visivo groenlandese. Co-proprietario di Anorak Film I/S a Nuuk, Groenlandia, con il produttore Emile Hertling Péronard. Nel 1999 ha diretto Sinilluarit (Buonanotte), il primo cortometraggio ad essere girato in Groenlandia dal 1934. E’ membro di Film.gl, l’associazione dei lavoratori del cinema della Groenlandia. Come artista ha ricevuto il premio Niels Wessel Bagge nel 2005. SUMÉ – THE SOUND OF A REVOLUTION è il suo primo lungometraggio come regista.