Liberation day

di Morten Traavik e Uģis Olte

La prima rockband ad esibirsi in Corea del Nord. Un’aperta sfida culturale, politica, ideologica.

  • Venerdì 27 gennaio 2017 ore 21.00 Cinema Massimo Sala 1
  • Venerdì 3 febbraio 2017 ore 22.30 Cinema Massimo Sala 3

Laibach, progetto art-rock sloveno di culto quanto controversa e criticata rock-band per gli ambigui richiami ad un’estetica nazi-fascista, sono i primi ad essersi mai esibiti in Corea del Nord, costretti a confrontarsi non solo con la ferrea censura di regime, ma anche con un popolo completamente digiuno e ignaro del potere del rock’n’roll. La musica incarna il linguaggio della propaganda e ne smaschera i meccanismi, creando spazi di consapevolezza e liberazione.

Everything is Broken and Dances

Regia di Morten Traavik e Uģis Olte
Norvegia,Lettonia – 2016 – 100min – v.o. sub ita
Genere: Documentario

Uģis Olte è un regista e montatore lettone, che affronta tematiche serie con piglio scanzonato. È autore di diversi format per la TV, videoclip e tre cortometraggi, The Red Spot, KK2678 e King Of The Wild Things. È anche autore di due documentari, presentati in concorso all’IDFA 2015, Stuck in Stikine (2007) and Double Aliens (2015).

Morten Traavik si è formato come regista teatrale in Russia e in Svezia, e i suoi lavori sono permeati dall’idea di mondo come palcoscenico e di identità come parte, oltre che da una distinzione sfumata tra arte, attivismo e istanze sociali. Particolarmente significativi i suoi Miss Landmine Angola (2008) and Miss Landmine Cambodia (2009), scritti per i sopravvissuti alle mine antiuomo. Ha all’attivo anche molte collaborazioni con artisti e personalità culturali nord-coreani.