B-Movie

Lust & Sound in West-Berlin 1979-1989

La musica è il filo conduttore.

Amico di Heino e di Blixa Bargeld, Mark Reeder è anche il soundmixer dei Toten Hosen, manager dei Gudrun Guts Band Malaria!, co-organizzatore del concerto dei Joy Division, ha condiviso il suo appartamento con Nick Cave. In tempi più recenti è lui ad aver promosso artisti del panorama elettronico quali Paul van Dyck, Ellen Alien. La musica è il filo conduttore delle riprese e non lascia mai la narrazione, che racconta gli albori di gruppi oggi famosi: Einstuerzende Nebaiten, la nascita di Nina Hagen, Nena, Velvet Condom, Sprung aus den Voken, Shark Vegas, Ideal, Westbam feat. Richard Butler, Die Aertze, Notorische Reflexe, P1/e, Phonique, David Hasselhoff, Kris Needs, Jim Rakete, Blixa Bargeld. Nel film compare anche Christiane F., protagonista del famosissimo libro (e poi film) “Noi ragazzi dello zoo di Berlino”, tornata a Berlino dopo la sua disintossicazione. Ma si racconta anche di come il punk abbia passato spontaneamente il testimone alla techno, con l’inizio della prima Love Parade di Berlino portandolo avanti con la musica elettronica, club e party underground.

Regia di Jörg A. Hoppe, Klaus Maeck,Heiko Lange, Miriam Dehne

Provenienza: Germania

Genere: Documentario

Anno: 2015

Durata: 92′

Produzione: örg A. Hoppe, Klaus Maeck, Heiko Lange,
Christoph Post, Alexander von Strumfeder

Presente in sala MARK REEDER, coautore e protagonista.

Mark Reeder, nato il 5 gennaio 1958, è cresciuto a Manchester, in Inghilterra. Lui è un musicista e produttore musicale. In giovane età, Reeder si interessò alla progressive rock e soprattutto agli albori della musica elettronica. Durante la sua adolescenza, ha lavorato in un piccolo negozio della Virgin Records  nel centro di Manchester.
 Reeder vive e lavora a Berlino dal 1978.
Egli è anche il fondatore e proprietario delle etichette musicali “MFS” e “Flesh”. 
Nel 1991, Reeder ha scoperto, ancora adolescente, Paul van Dyk, facendogli da guida e contribuendo a fare di lui un DJ superstar internazionale.
La carriera di Reeder ha attraversato più di tre decenni influenzando molti artisti ormai famosi, tra cui anche i Joy Division.