Premi, Giurie e  Concorsi

GIURIA INTERNAZIONALE // CONCORSO LONG PLAY DOCUMENTARI

Tony Palmer
La sua filmografia conta oltre cento film e comprende lavori con Beatles, Cream, Rory Gallagher, Jimi Hendrix e Frank Zappa, oltre a ritratti con e su Walton, Britten, Stravinsky, Maria Callas, Leonard Cohen, e lungometraggi come Testimony, con protagonista Ben Kingsley nei panni di Shostakovich. Vincitore di oltre 45 premi internazionali, tra cui 14 medaglie d’oro al New York Film & Television Festival (la più recente nel 2016), così come numerosi BAFTA (British Academy of Film & Television) ed Emmy. È l’unico regista ad aver vinto il Prix Italia tre volte, e nel 2014 è stato nominato per il Glenn Gould International Prize.

Irene Dionisio
Regista ed artista visiva torinese, è laureata in Filosofia della Storia e ha conseguito un M1 in Francia in Cinema e Filosofia all’UPJV di Amiens. Si è inoltre formata con il collettivo curatoriale d’arte pubblica a.titolo. È attualmente direttrice dello storico festival gay Da Sodoma a Hollywood di Torino. La sua produzione artistica include video-installazioni e documentari, fra cui Sponde. Nel sicuro sole del nord (2015). Quest’anno è l’unica artista italiana invitata alla Biennale dell’Immagine di Ginevra. Le ultime cose (Tempesta) è il suo primo lungometraggio di finzione, presentato in anteprima mondiale durante la Settimana della Critica di Venezia 2016.

Chiara Eleonora Coppola
Laureata in Economia per le Arti, la Cultura e la Comunicazione presso l’Università Bocconi di Milano ha svolto attività di junior assistant e di ricerca presso il centro ASK–Art Science and Knowledge della stessa Università. Dopo il Master in Comunicazione per le Relazioni Internazionali (Università IULM – Milano) ha collaborato con l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid. Dal 2006 si occupa di project management e fund raising per istituzioni culturali e creative, pubbliche e private. È componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Apulia Film Commission e della Consulta territoriale per le attività cinematografiche del MIBACT. Ha curato per sei anni la direzione della rassegna Otranto Film Fund Festival.

GIURIA INTERNAZIONALE // CONCORSO LONG PLAY FICTION

Kerem Ayan
Nato ad Istanbul, dopo aver studiato Ingegneria Meccanica all’Università di Yıldız, si è trasferito a Parigi nel 1992 e ha studiato cinema all’Ecole Supérieure de Réalisation Audiovisuelle e all’Université Paris Diderot – Paris 7. Ha lavorato per quattro anni a Radio France Internationale. Ayan ha iniziato a lavorare per il festival del cinema di Cannes nel 2001, e nel frattempo ha organizzato il mercato internazionale dell’adattamento letterario a Monaco. Nel 2005 ha lanciato il Political Films Festival a Barcellona e l’ha diretto per tre anni. Dal 2006 è assistant director del Festival del cinema di Istanbul, di cui è diventato direttore nel 2015.

Pivio
Fondatore nel 1979 del gruppo new wave Scortilla, insieme ad Aldo De Scalzi dà vita ad un sodalizio artistico di alto livello nel campo della musica da film. Ottenuta la notorietà internazionale con Hamam – Il bagno turco diretto da Ferzan Ozpetek, ha composto oltre un centinaio di colonne sonore sia per il cinema che per la televisione. Con Song ‘e Napule (dei Manetti Bros) nel 2014 vince il David di Donatello, il Nastro d’argento, il Globo d’oro ed il Bif&st per la migliore colonna sonora. Sempre per i Manetti Bros firma con Aldo De Scalzi le musiche del musical Ammore e malavita (in concorso al festival di Venezia 2017, la cui colonna sonora è già stata premiata a Venezia con il Soundtrack Stars).

Donata Pesenti
Donata Pesenti Campagnoni è Direttore pro tempore e conservatore capo del Museo Nazionale del Cinema. È autrice di numerose pubblicazioni dedicate alla storia dell’archeologia del cinema e alla museologia del cinema, curatrice di mostre permanenti e temporanee legate al cinema.

GIURIA // CONCORSO 7-INCH

Davide Ferrario
Classe 1956. Laureato in letteratura americana all’Università di Milano, inizia a lavorare nel campo del cinema negli anni ’70 come critico e saggista, avviando al contempo una piccola società di distribuzione, che ancora oggi dirige. Debutta alla regia nel 1989 con La fine della notte, giudicato miglior film indipendente della stagione. Dirige poi sia opere di finzione che documentari, che gli procurano una grande considerazione in Italia e all’estero, in festival internazionali da Berlino al Sundance, a Venezia, Toronto, Locarno. Tra gli altri: Tutti giù per terra, Figli di Annibale, Guardami, Tutta colpa di Giuda e i lavori realizzati con Marco Paolini. È anche autore di romanzi e collaboratore di testate giornalistiche e radiofoniche.

Manuela Rima
Lavora a Rai Cinema nel settore marketing, come responsabile di ricerca e produzione di contenuti ad hoc per l’area web dedicata interamente al cinema. Laureata in Lettere moderne presso l’Università di Bologna – Alma Mater Studiorum, dopo un anno trascorso negli Stati Uniti, frequenta un Master in marketing e comunicazione all’università IULM di Milano e inizia a lavorare in Mediaset come assistente alla regia di programmi TV, nel 2006 si trasferisce a Roma per seguire la sua passione per il cinema e qui lavora su svariati set cinematografici, per poi entrare nel 2011 nell’organico di Rai Cinema.

Vittorio Sclaverani
Vittorio Sclaverani è nato e vive a Torino dal 1981; si è laureato in Storia del Cinema con una tesi sull’Archivio Armando Ceste. Da quindici anni si occupa di promozione culturale, collaborando con molteplici realtà del territorio; dal 2010 è Presidente dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema. Nel 2010 ha preso parte al progetto d’arte pubblica Situa.to nell’ambito di Torino 2010 European Youth Capital. Ama ascoltare musica, in particolare Gustav Mahler, Arvo Pärt, i Franti, Eugenio in Via Di Gioia e i PanPers.

GIURIA // CONCORSO SOUNDIES

Jan Choloniewski
Appassionato di musica elettronica e sperimentale, dal 2008 è autore del programma Music Video Night (parte integrante del Krakow Film Festival). Ha un passato da freelance e di lavoro presso agenzie come sviluppatore, animatore e programmatore Flash. Attualmente è web specialist presso il Malopolska Institute of Culture. Nel 2011 ha tenuto una conferenza sull’animazione su Internet durante il festival internazionale di film d’animazione Animator a Poznań, mentre l’anno seguente ha collaborato a workshop di animazione con Anna Pankiewicz durante lo stesso festival. È montatore video ed esperto di live streaming con la sua compagna Karolina.

Simone Arcagni
Professore Associato presso l’Università di Palermo. Studioso di cinema, media, nuovi media e nuove tecnologie. Insegna inoltre allo IULM di Milano e alla Scuola Holden di Torino. Collabora con Nòva – Il Sole 24Ore, Film TV, Oxygen, Segnocinema, Agorà e altre riviste scientifiche e di divulgazione scientifica. Dirige EmergingSeries Journal. È consulente e collaboratore di festival, enti, conferenze, collane editoriali, riviste e fa parte di diversi comitati scientifici nazionali e internazionali. La sua ultima pubblicazione è Visioni digitali. Video, web e nuove tecnologie (Einaudi 2016).

Andrea Laszlo
Dal 2004 inizia a lavorare per numerose società di Torino, Roma e Milano in qualità di montatore, assistente video, operatore e compositore di colonne sonore. Primo batterista dei Nadar Solo (con cui pubblica l’album omonimo nel 2007) dal 2009 fonda il duo Anthony Laszlo con il suo grande amico Anthony Sasso. Nel 2015 pubblica il disco Anthony Laszlo per l’etichetta torinese INRI. Nel 2017 con la sua band pubblica il secondo album solista dal titolo Uomo Donna autoprodotto insieme a Giuseppe Lo Bue, masterizzato da Andrea Suriani e uscito il 9 giugno per 42 Records. Sempre nel 2017 pubblica quattro videoclip.

GIURIA // PREMIO SOUNDTRACK

Giorgio Li Calzi
Compositore, trombettista e produttore musicale, ariete ascendente leone. Sin dai primi dischi come trombettista (dal 1994) lavora sull’estetica del jazz, trasformando canzoni, sigle televisive e musiche da film in jazz e in un territorio musicale legato all’improvvisazione. Suona e registra con musicisti internazionali come la rockstar brasiliana Lenine, lo storico membro dei Kraftwerk Wolfgang Flür, maestri della nuova scena elettronica, cantanti e ancora grandi musicisti dall’Egitto, Libano, Costa d’Avorio, Senegal, Brasile: ospiti che inserisce nei suoi gruppi e nei suoi album, e con cui crea uno scambio di culture musicali. Dal 2018 è direttore del Torino Jazz Festival.

Stefano Caprioli
Diplomato in Pianoforte Principale presso il Conservatorio di Musica “Benedetto Marcello” di Venezia nel 1983, è stato collaboratore pianista e programmatore alla realizzazione di film come La voce della luna e Intervista di Federico Fellini, Palombella rossa La messa è finita di Nanni Moretti e molti altri lungometraggi di Taviani, Lucchetti, Del Monte, Magni, Bigas Luna, lavorando con grandi nomi della musica italiana. Per lungo tempo collaboratore di Nicola Piovani, come compositore realizza colonne sonore per alcuni film di Giacomo Campiotti, Pupi Avati, Maurizio Zaccaro, Rossella Izzo, Luciano Odorisio, Paolo Costella, Eros Puglielli, Angelo Longoni, Salvatore Samperi, Fabrizio Costa e molti altri.

Riccardo Mazza
Compositore, artista multimediale e docente presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Nel ’97 collabora con Franco Battiato, assistendolo nella ricerca di nuove tecnologie e software in ambito sonoro e sperimentale. Nel 2015 fonda l’etichetta di musica sperimentale elettronica A21 per la ricerca e la produzione di nuove forme d’espressione nell’ambito della cultura digitale con cui produce nel 2016 insieme alla fotografa e videomaker Laura Pol il doppio album Project-TO The White Side e The Black Side. Nel 2017 pubblica il suo secondo album Black Revised e lancia la prima edizione di Sound Cross Music and Cross Arts Festival.

GIURIA // PREMIO SPECIALE DAMS // DIRECT A MUSIC SHORT

La giuria assegna il Best Dams Music Video 2017

Direct A Music Short (D.A.M.S.) è un contest destinato a tutti i DAMS italiani, promosso e organizzato dal DAMS di Torino e dal Seeyousound Festival. Il contest è riservato a tutti gli studenti e chiede ai partecipanti di inviare un video in cui il rapporto fra suono, musica e immagini sia articolato in modo innovativo e sperimentale, al di là della formula “classica” del videoclip musicale. Una giuria composta da studenti del DAMS di Torino e da membri dello staff del Seeyousound Festival decreteranno i tre vincitori del contest. *Lo slot dedicato a Direct a Music Short è a ingresso gratuito per gli studenti del DAMS.